Un progetto coraggioso e innovativo quello che inaugura oggi presso il Chiostro di Sant’Apollonia, negli spazi del Museo Diocesano: VivaVivaldi, the four season mystery.

Ieri ho potuto assistere alla conferenza stampa di presentazione e calarmi finalmente in questo progetto di cui sentivo parlare da un po’: difficile rendere con le parole le emozioni che si provano.

VivaVivaldi

Cos’è quindi VivaVivaldi? Una mostra dedicata al grande musicista Veneziano (una mostra pop l’hanno definita i curatori), una narrazione attraverso la sua musica e delle immagini realizzate per questo progetto. Un’esperienza immersiva, dove sono le immagini realizzate che fanno da colonna visiva alla mostra. Una visita che non puoi vivere on line, ma devi portare il tuo corpo fisico a vederla per goderne con tutti i sensi.

Antonio Vivaldi è stato un grande compositore e violinista del XVII secolo, nato a Venezia: era soprannominato “il prete rosso” per il colore dei capelli (che ritroviamo anche nel logo molto pop della mostra), violinista virtuoso e conosciuto soprattutto per i suoi quattro concerti per violino conosciuti come Le Quattro Stagioni. 

Il racconto della sua vita permea la mostra raccontandone la genialità, la religiosità, l’inquietudine e contemporaneamente la sua positività.

Tre sale compongono questa esperienza, per ca. 35 minuti di visita complessivi, in un crescendo di emozioni: nella prima si entra subito nel vivo della sua musica con immagini che la accompagnano facendo emergere dal buio la luce e di grandissima suggestione emotiva. Luci, colori e suoni di Venezia: il visitatore viene immerso nell’immagine.

VivaVivaldi Prima sala

Dopo le emozioni della prima sala, la seconda è più intima: un bambino, che vive emozioni di paura e di meraviglia, in una splendida villa settecentesca. Una giovane donna che si muove leggiadra nello spazio e alla fine un grande albero a cui il sole primaverile ridona la vita. L’autore del video, Marco Pozzi, ha voluto così raccontare simbolicamente chi era Antonio Vivaldi, la cui vita non è stata facile ma che ha trovato nella musica e nella creatività il suo posto d’onore nel mondo.

Impossibile rendere a parole la terza sala, dove musica e l’incredibile esperienza del video mapping rendono il visitatore pieno di meraviglia: per la prima volta al mondo viene applicato ad un ambiente interno, attraverso l’uso combinato di 12 proiettori, del suono dolby surround e di altri effetti speciali. Sono riprodotti e fanno parte dell’esperienza del visitatore anche le sensazioni dell’ambiente e i profumi delle quattro stagioni.

Venezia quindi ancora una volta all’avanguardia nel campo dell’arte e della sperimentazioni offrendo ad un pubblico ampio e variegato la possibilità di apprezzare, e magari a qualcuno di conoscere per la prima volta, l’opera di questo incredibile musicista.

I testi sono di Davide Rondoni, che è anche il direttore artistico del progetto, mentre il percorso musicale è stato creato da Cristian Carrara.

VivaVivaldi. The Four Season Mystery è una produzione di Emotional Experience Srl.

Sarà possibile visitare la mostra dalle ore 10 alle ore 22 (in inverno fino alle 20) offrendo quindi una opportunità di fare qualcosa anche la sera per chi sarà a Venezia.

Tariffe: Intero € 15,00 | Ridotto € 12,00 | Ingresso gratuito per i bambini fino a 6 anni.

 

 

Annunci