Un piccola guida per orientarsi tra le mostre del 2016

Il 2016 è già iniziato ed eccomi a crearvi una piccola guida tra le mostre da vedere a Venezia nel 2016.

Alla fine della prossima settimana, il 18 marzo 2016, inaugura presso la Gallerie dell’Accademia la mostra Aldo Manuzio. Aldo Manuzio è l’inventore del libro per come noi lo conosciamo oggi, il padre dell’editoria che ha fatto di Venezia la capitale internazionale della stampa. La mostra non parlerà solo di libri ma vuole raccontare un’epoca attraverso tutte le arti: la pittura, la sculture, l’incisione e la fotografia. Molti gli artisti presenti nella mostra oltre ad Aldo Manuzio: Giorgione, Carpaccio, Giovanni Bellini, Cima da Conegliano, Tiziano, Lorenzo Lotto, Pietro Lombardo.

Bartolomeo Veneto Ritratto di donna
Bartolomeo Veneto Ritratto di donna Francoforte, Städel Museum Städel Museum – U. Edelmann – ARTOTHEK

La Casa dei Tre Oci aprirà le sue porte dal 7 aprile per la mostra Helmuth Newton. Fotografie. Per la prima volta a Venezia, 200 opere dello straordinario fotografo: sono le  immagini di White Women, Sleepless Nights e Big Nudes, i primi tre libri di Newton pubblicati alla fine degli anni ‘70, volumi oggi considerati leggendari e gli unici curati dallo stesso Newton. L’artista introduce nella fotografia di moda la nudità radicale, tema che è emblematico della sua produzione artistica. La sua idea sarà seguita da molti fotografi che ancora lo riconoscono come il loro maestro.

Casa dei Tre Oci
Casa dei Tre Oci

Sempre ad aprile, questa volta il 17, inaugura a Palazzo Grassi la mostra dedicata all’artista tedesco Sigmar Polke. Palazzo Grassi, a 10 anni dalla riapertura, dedica uno spazio particolare a questo artista che è già stato presente in 4 mostre della collezione Pinault. La mostra ripercorre l’intera carriera dell’artista mostrando 90 opere dalla collezione Pinault e da altre collezioni pubbliche e private.

Sigmar Polke - Palazzo Grassi
Sigmar Polke – Palazzo Grassi

Inaugurerà il 23 aprile e durerà per tutta l’estate la mostra Imagine. Nuove immagini nell’arte italiana 1960-1969 a cura di Luca Massimo Barbero. Con opere di Franco Angeli, Mario Ceroli, Domenico Gnoli, Giosetta Fioroni, Tano Festa, Fabio Mauri, Francesco lo Savio, Michelangelo Pistoletto, Mario Schifano, la mostra racconta le ricerche artistiche che caratterizzarono gli anni ’60 in Italia alla ricerca di una nuova idea di figurazione e di immagine.

Maggio sarà il mese della Biennale: con l’inaugurazione ufficiale il 28 maggio 2016, il girovagare tra i suoi molti padiglioni ci accompagnerà per tutta l’estate. Ne abbiamo già parlato subito dopo la conferenza stampa nell’articolo Biennale di Architettura 2016: Reporting from the Front.

1618557_10153989295479752_1403744240065589703_n

 

Da brava organizzatrice, sto già pensando le date in cui portare i miei amici perchè sono tutte ottime occasioni per tornare a Venezia e poi fermarsi per un aperitivo.

A presto, e se ci sono novità vi aggiorno 🙂

 

Annunci