Guida alla Venezia Ribelle
Guida alla Venezia Ribelle

Natale è passato ma manca ancora la Befana. In ogni caso, ogni occasione è buona per regalare un libro.

E questo è un libro da regalare non solo a chi ama Venezia da lontano ma anche a chi la conosce bene e ne vuole scoprire altri lati.

Ecco, questa è Guida alla Venezia ribelle di Beatrice Barzaghi e Maria Fiano edita da Vollard.

La guida ripercorre itinerari veneziani classici e non solo: ci sono infatti anche dei capitoli dedicati alla Terraferma Veneziana, a Mestre e a Marghera. Lo fa però da un punto di vista nuovo andando alla scoperta di luoghi e personaggi che hanno una storia diversa da raccontare: “Altro che morte della città, vuota, decadente, lamentosa, ingorda “trappola turistica”. C’è una Venezia viva, ribelle e resistente, non rassegnata, mai piegata ai poteri, siano essi l’impero o il papato, l’occupante straniero o i padroni di ogni sorta“.

Leggendo questa guida si scoprono un sacco di cose, legate ad ogni periodo storico ma ciò che mi ha più impressionato (ammetto la mia ignoranza sul tema) sono sicuramente i racconti degli anni della seconda guerra mondiale e della Resistenza, ci sono moltissimi bei personaggi da conoscere insieme a quel che accadde ad esempio durante la “beffa del Goldoni”.

Se il centro storico Venezia sembra averci ormai abituato ad una immagine stereotipata e molto conosciuta (ma leggendo scopriamo che non è proprio così), è nelle zone periferiche della Giudecca, di Mestre e di Marghera, che ci si rende conto di quanto ancora questa città abbia contribuito negli anni più recenti ad una diffusione della cultura e di quando abbia ancora da dare nell’ambito della produzione culturale.

Poi, lo ammetto, il mio capitolo preferito è quello sull’area di Santa Margherita, forse perchè intorno ad esso ho vissuto i miei anni ribelli dell’università.

Nel mese di dicembre 2015 è stata organizzata una presentazione galleggiante della Venezia Ribelle tramite un percorso effettuato solo con barche a remi. : dalle foto l’esperienza pare sia stata molto bella e condita dalla tipica convivialità veneziana. Speriamo che sia solo la prima e che ci siano altre occasioni. Sul profilo facebook dell’Associazione Il Caicio, organizzatore della presentazione, trovate le immagini della mattinata in barca Il Caicio.

Insomma, un ottimo investimento questa guida.

 

 

Annunci