Sembra facile. Si prepara una gita a Venezia con i bambini e a loro piacerà tutto: i canali, le barche, l’acqua, le chiese e i palazzi. Ma un dubbio forse ci sorge: saremo capaci di far loro vivere la magia di questa città o rischieremo di portarci appresso degli zaini con le gambe (così ci chiamava il mio prof di storia dell’arte al liceo)?

Qualche giorno fa ho incontrato Martina Trombini e Sara Breviglieri che, da poco più di un anno, hanno creato Macacotour per proporre ai bimbi, provenienti da tutto il mondo, una esperienza di viaggio a loro misura alla scoperta di una Venezia nascosta e misteriosa, fuori dagli itinerari del turismo di massa. Imparare divertendosi: questo il motto di Macacotour.

Laboratorio Macacotour (foto Macacotour)
Laboratorio Macacotour (foto Macacotour)

Martina e Sara mi sono piaciute molto: entrambe laureate in Storia dell’Arte, hanno deciso di condividere questa passione con i più piccoli e, nel corso degli anni, hanno scelto un percorso di specializzazione che, in varie istituzioni, ha loro permesso di acquisire le competenze necessarie per elaborare queste proposte. Non è facile come sembra infatti parlare i bambini: bisogna condividerne linguaggio e guardali negli occhi per capire se è scoccata la scintilla l’innamoramento per la città.

La fascia di età per la quale sono pensati gli itinerari è quella dei bimbi della scuola primaria (6-11 anni) e le proposte sono davvero interessanti. Inoltre possono essere fatte ovviamente in italiano, ma anche in inglese, spagnolo, tedesco.

Si parte dalla passeggiata tematica per giovani esploratori seguita da laboratorio artistico: durante questo tour i bambini vengono guidati dagli operatori tra le calli, alla scoperta degli angoli più nascosti della città e si possono scegliere diversi punti della città per godere della passeggiata. Questa attività può essere svolta sia in piccoli gruppi, sia in forma privata se la richiesta proviene da una singola famiglia. I prezzi sono comunque molto contenuti, anche se si deve scegliere questa opzione.

E perchè non ritornare bambini con una caccia al tesoro? D’altronde si sa che è facile perdersi tra le calli veneziane, ma qui si gironzola con lo scopo ben preciso di trovare un tesoro perso nel labirinto della città.

Caccia alle patere (foto Macacotour)
Caccia alle patere (foto Macacotour)

Se siete a Venezia per il Carnevale, il 14 febbraio 2015, presso il bellissimo spazio della Serra dei Giardini, i bimbi potranno costruire il loro teatrino portatile attraverso il quale far vivere alle maschere la loro storia. Con l’aiuto di colori, immagini e fantasia verrà quindi progettata e realizzata una vera scena teatrale.

Tutte le informazioni sui Macacotour le trovate sul loro sito ma se chiedete a Martina e Sara sicuramente vi sapranno indicare la proposta migliore per i vostri piccoli.

Se cercate qualcosa da leggere su Venezia, ne abbiamo parlato qui: Libri su Venezia per i bambini.

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci